giovedì 4 agosto 2011

Terrina di scampi e rana pescatrice

Quest'anno niente ferie e il motivo è presto detto: parenti serpenti!
Non vi sto a raccontare le miserie che stanno dietro a questa affermazione, sta di fatto che ho un po' di tempo per gironzolare fra i blog.
E cosi, gira oggi, gira domani, mi sono imbattuta nel blog di menta piperita.
Mi intrigava l'idea di proporre una terrina estiva e in effetti eccola qui, facile da fare, facile da cuocere, facile da trasportare e facile da consumare.
Ehm.... ho finito i "facile"! :D
Ma se ci mettiamo che si può fare anche qualche giorno prima, che il contenitore è riciclabile e che è elegante, possiamo dire che va benissimo, no?


Photobucket


Terrina di scampi e rana pescatrice

400 gr di code di scampi (peso considerato al netto)
400 gr di rana pescatrice (peso considerato al netto)
2 uova
150 gr di crema di latte
1/2 bicchiere di vino bianco
qualche rametto di timo
1 spicchio d'aglio in camicia
la buccia di un limone non trattato
olio evo
sale e pepe.

In una padella con un po' d'olio evo, fate imbiondire l'aglio, aggiungete qualche fogliolina di timo e rosolate la rana pescatrice sfumandola con mezzo bicchiere di vino bianco. 
Salate, pepate e lasciate freddare.
Cuocete al vapore le code di scampi aromatizzando l'acqua con la buccia di limone e lasciate freddare.
Frullate la polpa della rana pescatrice con la crema di latte e le uova. Aggiustate di sale.
Accomodate sul fondo di ogni vasetto le code di scampi, versateci sopra la rana pescatrice e finite ancora con gli scampi. Chiudete i vasetti ermeticamente.
Ponete i vasetti in una casseruola, separateli con dei canovacci, ricopriteli d'acqua e cuoceteli per 1 ora.
Si possono servire anche tiepidi ma, a mio parere, sono migliori freddi.
La dose è per 4 se lo si considera un secondo piatto e  basta per 6 se lo si considera un antipasto


Photobucket


Con questa ricetta partecipo al contest di menta piperita

20 commenti:

  1. è molto interessante come ricetta! :) e poi hai ragione, è davvero molto elegante!

    RispondiElimina
  2. hei ciao,ti seguo anche io!!!

    RispondiElimina
  3. Già... elegantissima! Complimenti! Io (e anche Sushi e Tabatina) ci stiamo leccando i baffi. Deliziosa per le cene al mare in terrazza! E anche questa appuntata e pronta per essere copiata.

    Grazie mille per la super ricetta
    Mari

    RispondiElimina
  4. bellissima questa ricetta.. me la segno per provarla!!

    RispondiElimina
  5. molto, molto interessante la tua ricetta...non ho i vasetti...devo rimediare

    RispondiElimina
  6. sono sincera,no ho mai avuto la spinta per preparare una terrina,ad esempio di carne...ma questa con questo pesce,fra l'altro pregiato, mi incuriosisce molto!poi l'hai presentato con un vestitino troppo accattivante! complimenti x la foto,baci

    RispondiElimina
  7. Mai visto questo tipo di cottura..ne devo fare di strada!!!però c'è sempre tempo per imparare:-)besos

    RispondiElimina
  8. mi fai davvero felice con questo piatto!

    RispondiElimina
  9. @ Ribes e Cannella: io la trovo molto raffinata da presentare per una cena elegante
    @ Carla: ciao omonima!
    @ chatapoche: aggiornamenti dalle vacanze? ci sono uomini in vista? :))
    @ Elena: grazie
    @ Mila: sono vasetti riciclati del foie gras
    @ Marika: provala, alle bimbe piacerà sicuramente
    @ Vale: abbiamo tutti da imparare, non sei la sola
    @ Neve di marzo: grazie per il commento

    RispondiElimina
  10. splendida idea, da copiare!Un bacione...

    RispondiElimina
  11. bonne idée ça doit être délicieux
    bonne soirée

    RispondiElimina
  12. ma che bello quel barattolo e questa'idea!

    RispondiElimina
  13. tesoro grazie di avermi fornito qualche informazione in piu' sull'argomento del mio post,ingenuamente ho pensato al Mediterraneo come un qualcosa di Italiano,non pensando alle coste difronte a noi;grazie ed un bacio!

    RispondiElimina
  14. Non ho mai provato a fare una terrina. Questa mi ispira parecchio! E la mia lista dei "farò" si allunga paurosamente...
    Baci

    RispondiElimina
  15. Ciao Carlotta, piacere di conoscerti. Visto che per quest'anno hai rimandato le ferie ti terremo compagnia venendoti a trovare per scoprire nuovi piatti (io infatti mi sono iscritta tra i tuoi lettori...).
    Se hai voglia passa anche te a dare uno sguardo ai miei pasticci.
    Buon we.

    RispondiElimina
  16. molto chic, ma non solo dev'essere anche una bomba, complimenti, davvero originale

    RispondiElimina
  17. j'aime beaucoup cette recette ! et je trouve que c'est original un petit bocal en entrée ! ça me plaît....et je suis sûre qu'ils vont aimer mes petits et grands loups !

    RispondiElimina
  18. Mi piace questa ricetta, è intrigante!!! Ora mi faccio la scorta di vasetti carini e alla prima occasione (magari il mio compleanno, che è vicino) stupisco tutti (parenti serpenti compresi, ahahahah) con questa genialata! Buona giornata, Carlotta!!!

    RispondiElimina
  19. Ciao vecchia quercia,
    complimenti per il piatto (complimenti per il vasetto mi suonava male)e, come ha detto una mia amica, riferendosi ai parenti serpenti:" Mica tutti hanno il culo di mascere orfani e figli unici"...

    RispondiElimina