mercoledì 21 settembre 2011

Pane di farro alla birra Guinness

La temperatura  è cambiata e il mio forno sta andando a manetta.
Volevo fare questo pane da tanto tempo. Soprattutto volevo testare la farina di farro con la birra Guinness e Single me ne ha dato l'occasione.
Una preparazione fusion de noaltri? Eccerto :D



Photobucket


Ingredienti:
300 gr di farina di farro
200 gr di farina 00
150 gr di acqua tiepida
150 gr di birra Guinness
1 cucchiaino di zucchero
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaio di olio evo
15 gr. di lievito di birra.
semi di zucca ( se volete)

Sciogliere il lievito di birra nell'acqua.
In una ciotola, mischiare insieme  le 2 farine con lo zucchero. Aggiungere l'acqa un cui è stato sciolto il lievito, l'olio, il sale, e la birra. amalgamare bene gli ingredienti e lasciar lievitare per 6 ore.
Trascorso questo tempo, aggiungere i semi di zucca lavorando l'impasto sulla spianatoia  con un po' di farina.
far lievitare per altre 3 ore e cuocere in forno a 200° per 40 minuti.


Photobucket


Con questo post partecipo al contest di Single in the kitchen

Perchè solo berla?!?usiamola in cucina


martedì 13 settembre 2011

Fiadone alla ricotta

Photobucket


Questo è un dolce che dedico a Francesca e che mi mangio io :D
Perchè  dedicato a lei? Perchè è tratto dal libro di cui ho parlato qua, che lei non ha comprato, e perchè è davvero "minimal" negli ingredienti.
Dovessi proprio essere sincera fino alla fine, dovrei dire che l'avevo preparato anche ieri ma poi mi sono persa al telefono e l'ho bruciacchiato.
Però ho una giustificazione: ero al telefono con mia zia che mi ha elencato tutti i suoi mali presenti e passati azzardando una previsione futura sulle conseguenze dell'atrite che la affligge.
E anche per ieri ho dato, azz!!!

Il fiadone è un dolce corso preparato con il brocciu, formaggio di capra locale.
E' una specie di cheesecake senza la base biscotto. Si può preparare il giorno prima e si mangia tiepido o a temperatura ambiente.
Io l'ho presentato servito con pesche caramellate e salsa al cioccolato.


Photobucket


Fiadone alla ricotta

400 gr di ricotta di pecora
130 gr di zucchero a velo + 1 cucchiaio
3 uova
la buccia grattugiata di un limone bio

Separare i tuorli dagli albumi e montare a neve questi ultimi.
In una ciotola, lavorare insieme la ricotta, lo zucchero, i tuorli e la buccia di limone grattugiato.
Aggiungere gli albumi montati a neve cercando di non smontare il composto.
Preriscaldare il forno a 160°.
Mettere il composto in una teglia ben imburrata e cuocerlo per 35/40  minuti.
Sfornare e cospargere di zucchero a velo.

Note: Io ho preferito non imburrare la teglia ed usare la carta forno.
La ricetta prevede la cottura a 180°per 30 minuti ma a me sembravano un po' troppi per il mio forno.


Photobucket

venerdì 9 settembre 2011

Crema di foie gras

Di solito acquisto i libri in libreria e sono un'onnivora. Apro a caso i libri e leggo qui e là. Se mi convincono li compro.
Ordinare i libri in internet è tutta un'altra storia. Qui ti devi fidare delle recensioni oppure andare a simpatia come per questo libro in francese di Agnès Lambert.
Non credo che l'Agnès qui sopra sia questa Agnès :D
La presentazione era: Ricette del quotidiano e buffet delle feste, il solo libro di cucina che vi lascia il tempo di fare un bagno prima della cena.
Che poi, detto in francese suona come una proposta quasi sconcia: Le seul livre de cuisine qui vous laisse le temps de prendre un bain avant le dîner.
Un bagno prima di un ricevimento serale? Orpo, per me è grasso che cola se riesco a farmi una doccia di 5 minuti!
Comprare, comprare subito, mi sono detta.
E in effetti il libretto ha delle ricette semplici che si possono preparare per tempo in puro stile d'oltralpe.
Dovevo giusto testare le ciotoline dell'Ikea e questa ricetta era perfetta.


Photobucket


Crema di foie gras
( x 5 ciotoline ikea ma sarebbe la dose per 4 p.)

60 gr di foie gras
2 uova
160 ml di latte intero
50 ml di crema di latte
sale, pepe, paprica dolce

Tagliare a pezzi piccoli il foie gras togliendo l'eccedenza di grasso.
Versare il latte, la crema di latte e il foie gras in una casseruola e portare ad ebollizione per qualche minuto.
Aggiungere un pizzico di paprica, il sale e il pepe, spegnere e lasciar raffreddare per 15 minuti.
Aggiungere al composto le uova e amalgamare bene il composto con il mixer ad immersione (o qualsiasi altro aggeggio voi abbiate per adempiere a tale funzione)
Preriscaldare il forno a 165°
Versare il composto nelle ciotoline e cuocere a bagno maria per 20/25 minuti.
Il composto alla fine deve essersi solidificato.
Servire freddo.
Per una versione chic accompagnarlo  con pane alle noci e chutney di fichi.

NOTE:  Avrei messo più foie gras, magari arrivando a 100 gr. per accentuare il sapore della crema.
La ricetta originale prevede il pimento d'Espelette che io non avevo e che ho sostituito con la paprica dolce.
E' davvero una preparazione perfetta per un'entrée di una cena importante e si può fare il giorno prima per il giorno dopo.


Vi auguro di trascorrere un buon fine settimana.

Photobucket

mercoledì 7 settembre 2011

Plum cake salato con pomodori secchi e fontina


Photobucket


Ho una settimana alquanto impegnativa e non so se riuscirò ad essere molto presente.
Ma in cucina ci sto e produco, anche se non pubblico. :D
E' che mi ci vorrebbe un fotografo che si materializza quando il piatto è pronto e poi sparisce nel nulla.
Potrei impietosire mio marito? Ci ho provato, ci ho provato credetemi, ma il mio fascino non è più quello di una volta. A vent'anni si sarebbe fatto in quattro per fotografare la qualunque pur di farmi contenta!
Per mia fortuna gli uomini si prendono anche per la gola e qui vado alla grande. :))

Il mio amico Luca mi ha fatto avere i pomodori secchi e l'origano del suo raccolto.
I pomodori sono ancora morbidi, rossi, polposi e l'origano ha un profumo intenso.
Potevo non fare subito un cake? Si certo potevo, ma io l'ho fatto ed è delizioso (mentre facevo le foto me ne sono mangiata 2 fette)


Photobucket


Plum cake salato con pomodori secchi e fontina

200 gr di farina
1 bustina di lievito per torte salate
100 grammi di fontina valdostana
50 gr di pomodori secchi 
1 manciata di olive nere (giravano disperate per il frigo)
2 uova
50 gr di latte intero
3 cucchiai di olio evo
sale ( poco!)

Lavate i pomodori secchi, asciugateli e tagliateli a listarelle.
Grattugiate la fontina ( o tagliatela a cubetti piccini)
Tritate grossolanamente le olive.
In una ciotola mescolate la farina con il lievito, aggiungete il sale, i pomodori, la fontina e le olive.
In un'altra ciotola sbattete leggermente le 2 uova con il latte e l'uovo e uniteli alla ciotola con la farina  amalgamando bene.
Foderate uno stampo da plum cake con carta forno, versate il composto e infornate a 180° per 40 minuti.
Lasciate freddare e tagliate a fette.

Photobucket



venerdì 2 settembre 2011

Biscotti di frolla

Photobucket



Semplici biscotti giusto per provare il nuovo tampone e per partecipare ad un contest.
Insomma, niente di nuovo sotto il sole, solo il solito cazzeggio del web :D
Certo che mio marito si è allarmato, e non poco, quando mi ha visto arrivare in camera con il vassoio.
Nell'ordine ha chiesto: cosa hai combinato? che è successo? cosa devi chiedermi?
Credo sia anche impallidito ma non ci ho fatto caso perchè stavo piazzando il cavalletto davanti al letto.
E a quel punto anche la mia dolce metà ha capito che poteva bere tranquillo il suo tè.
La ricetta dei biscotti non è che la solita ricetta della frolla Etoile, o frolla di Montersino (che ha studiato all'Etoile), scegliete  voi. Comunque mia non è  ^___^
A me non piace molto, la trovo troppo dolce, quasi stucchevole, ma si sa, io preferisco il salato.
(Ah lo so, anatrema ricada su di me et maneat semper perchè mi sono permessa di dissentire dal coro osannante delle seguaci montersiniane)
Grazie ancora a Valentina che mi ha dato l'occasione di coccolarmi in una domenica di fine agosto.



Photobucket



Biscotti di frolla




500 gr di farina 00
300 gr di burro
200 gr di zucchero a velo
80 gr di tuorli
i semini di una bacca di vaniglia
scorza di un limone bio
un pizzico di sale

Impastate il burro con lo zucchero a velo al quale avrete aggiunto prima i semi di vaniglia, la scorza del limone e un pizzico di sale. 
Aggiungete i tuorli e infine la farina.
Cercate di lavorare poco l'impasto. Fatene  un panetto e mettetelo nel frigo a riposare per almeno un'ora. 
Io di solito lo preparo la sera prima e lo lascio in frigo tutta la notte.
Stendete la pasta, ricavatene dei biscotti e cuoceteli in forno caldo a 180° per circa 10/12 minuti.

Con questo post partecipo al contest di Valentina:

PARTECIPATE ALLA MIA RACCOLTA