mercoledì 17 ottobre 2012

Gratin Gifoutout della domenica sera


- Che c'è da cena stasera?
- Gratin Gifoutout
Vedo lo smarrimento misto a rassegnazione negli occhi di mio marito. Sa già che gli toccherà uno dei miei esperimenti di cucina.
- Per la verità il nome completo sarebbe "Gratin Gifoutout della domenica" - dico rincarando la dose
- Ma non è domenica... piatto piano  o piatto fondo? - Pover'uomo, si è definitivamente rassegnato.
Poi, mentre mangia, cincischiando con la forchetta dice:
- Gifotu o non Gifotu, a me pare che questi siano avanzi riciclati. Sembrano i peperoni di ieri...
Ecco, io adoro mio marito perchè ti lascia spiccare il volo ma, quando stai per volare via perdendoti, lui ti riporta a terra.
Mi sono chiesta tante volte volte come sarebbe mangiare con lui in qualche ristorante stellato con menù aulici così tanto osannati. Una volta o l'altra ci provo :))





Il gratin Gifoutout, parente della torta Gifoutout, è in realtà un modo per dare nuova vita a quanto è rimasto in cucina.
Insomma, una vera ricetta anarchica come piace a me :D
La ricetta è della mitica Trish Deseine.

Ingredienti:*

avanzi di verdure cotte (ratatouille, patate, broccoli, carote, porri, cavoletti di Bruxelles, ecc)
qualche cucchiaio di panna liquida
qualche pezzetto di pancetta o prosciutto cotto (se è avanzato)
100 gr di formaggio ( cheddar, parmigiano, mozzarella, ricotta, gruyere)
sale e pepe


In una teglia da gratin riunite tutti gli ingredienti mescolati insieme tenendo da parte un po' di formaggio da spargere sulla superficie per la gratinatura. Infornare e gratinare per circa 15/20 minuti.





*Io ho usato avanzi di peperoni in padella con cipolle e zucchine bollite. Ci ho aggiunto 2, forse 3, fette di prosciutto cotto che stazionavano in frigo e del formaggio latteria locale, senza infamia e senza gloria, omettendo la panna che non avevo. Il tutto senza pesare nulla, a piacere della cuoca e del momento :)))


Con questa ricetta partecipo al terzo contest di about food:





15 commenti:

  1. anche detta una ricetta "svuota-frigo" :D Adoro particolarmente, son sempre ricette utilissime!

    RispondiElimina
  2. Mi sono unito a questo blog perché mi piace questa ricetta anarchica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eheheh... sono le più facili e qualche volta danno un sacco di soddisfazioni :)

      Elimina
  3. una ricetta del riciclo, insomma...ma dal bellissimo nome altisonante!
    E' bella, buona e golosissima, chapeau!

    RispondiElimina
  4. Bella idea... ma capisco lo sconforto di tuo marito quando affamato ti ha chiesto "Gito che? , ah ah ah :)

    RispondiElimina
  5. Infatti, la prima cosa che ho pensato leggendo il titolo è stato "questa è di Trish", perché ho ben presente quella ricetta. Ho sempre pensato fosse un'ottima idea, ma non l'ho mai preparata, perché se mi avanza qualcosa si tratta di roba talmente disparata che ho un po' paura di mescolare.
    Con i peperoni deve riuscire proprio bene. E che belle foto!

    RispondiElimina
  6. un gratin coloré et riche en saveurs, j'adore
    bonne soirée

    RispondiElimina
  7. J'aime ! c'est si bon ! belle fin de soirée

    RispondiElimina
  8. NB: Cara, nel mio post ti ho risposto sul burro di cacao

    RispondiElimina
  9. apperò, avresti un gran lavoro con il mio frigo...ho di tutto dentro ma io in questo periodo vado a brodini!

    RispondiElimina
  10. lo sai bene che adoro i piatti come questo, sono un tripudio di colori e di sapori...Buona domenica cara, un abbraccio forte!

    RispondiElimina
  11. Se questo è un piatto "di recupero" complimenti. Mi piace che ci siano i cavoletti di Bruxelles che comunicano un sapore piacevolmente amarognolo al piatto.

    RispondiElimina
  12. Il piatto dev'essere stato eccezionale, l'atmosfera in cucina ancora di più! Ciao!
    MaggiorDomus

    RispondiElimina
  13. Fortissimo il marito..però gli avanzi spesso hanno il loro perchè.Un abbraccio.

    RispondiElimina
  14. i piatti che preferisco Carlotta sono proprio questi di che se ne dica e aggiungo anche che vanno abracetto con la figliolanza..vabbè, altro discorso. Complimenti e sono felice di aver trovato una degna avversaria per il contest di about food...mi unisco al tuo coro!
    ciao a presto
    fulvia di patate e novelle

    RispondiElimina