lunedì 8 ottobre 2012

Matafan alla tome di Bauges

- C'è del marcio in questo frigo.
- C'è chi, in questa casa, ha bisogno di rimettere a punto i recettori olfattivi, caro il mio Scespir del sabbion. Almeno tu avessi detto puzza di calzini sporchi...
Ecco, questa è la surreale discussione di stamane, fra me e mio marito, all'ora di colazione.
In effetti il frigo profumato non è. :D
La colpa di tutto questo è della tome de Bauges che mio cugino mi ha portato dalla Francia.
Devo farlo fuori!
Sull'incarto c'è una ricetta che decido di provare.
Il matafan, parola franco provenzale la cui traduzione letterale è mate faim, è un antico piatto contadino simile in origine a gallete fatte con le patate che veniva servito a merenda ai contadini per dar loro un po' di sostanza che li sostenesse nel duro lavoro dei campi.
Più tardi la ricetta si è ingentilita diventando un impasto simile a quello delle crepes salate con l'aggiunta di formaggio.




Ingredienti:

10 cucchiai da minestra di farina
5 uova
1/2 bicchiere d'acqua
1 trito di erbe aromatiche fresche (io ci ho messo solo l'erba cipollina)
2 cucchiai da minestra di Marc de Savoie*
sale, pepe
1/4 di tome de Bauges
Olio per friggere

Mescolare farina, uova, acqua il trito di erbe e il Marc.
Salare, pepare e lavorare bene l'impasto per ottenere una pasta che abbia la consistenza della pasta per le crepes.
Scaldare l'olio in una padella, tagliare il formaggio in piccoli pezzi, passarli nella pastella e friggerli.




* Il Marc de Savoie è un'acquavite. Io l'ho sostituita con un'ottima grappa veneta.

La ricetta è stata elaborata dall'Auberge des Clarines






7 commenti:

  1. io che devo essere stata un topino in qualche vita precedente dico sempre che i formaggi non puzzano...profumano, i frigoriferi un pò meno però! Splendida ricetta, un abbraccio !

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Ma dove è finito il mio commento?
    Non lo vedevo...l'ho cancellato io? Mah!
    Vabbè in sintesi...la tua ricetta mi piace molto! :)...e i formaggi "puzzoni" pure! :)
    ciao cara!

    RispondiElimina
  4. ah ah ah anche il mio frigo, dopo ogni gita in Francia, ha lo stesso problema!
    ciao, ficoeuva

    RispondiElimina
  5. che bontà! io adoro i formaggi, si alcuni puzzano...ma li perdoniamo!! :D buona giornata!! mi unisco ai tuoi followers!!

    RispondiElimina
  6. c'è del marcio in Danimarca e forse anche dell'odoraccio nel tuo frigo,però preferisco quello che esce dalla tua cucina, mi piacciono queste frittelle e devono essere anche tanto buone mi sa. a me i formaggi francesi difficilmente piacciono preferisco la ns tradizione casearia, così ricca e anche puzzosa :)

    RispondiElimina
  7. @ Chiara: i formaggi profumano ma questo, a dir la verità, non molto :))
    @ Emanuela: si, il commento te lo sei cancellato da sola :D
    @ Fico e uva: benvenuto e grazie per il commento
    @Signorina Effe: grazie per esserti unita ai followers. E' un piacere seguire te.
    @ Lia: alloraaaaa, ti dai una mossa e pubblichi qualcosa?

    RispondiElimina